Monumenti in città
Il Castello
Il Duomo
Piazza Ariostea
Palazzo Diamanti
Palazzo Schifanoia
Chiesa di San Giorgio
Corso Ercole I
Corpus Domini
Monastero Sant´Antonio

Arte in provincia
Abbazia Pomposa
Rocca di Cento
Rocca di Stellata


Delizie
Belriguardo
Benvignante
Copparo
Mesola
Verginese

Servizi
Farmacie
Blocchi alla circolazione

Capsule Compatibili

La Rocca Possente di Stellata

Nella verdeggiante golena che protegge dalle esondazioni i centri al di là della riva destra del fiume Po, a soli nove chilometri dal comune di Bondeno, sorse un piccolo borgo che nel Medioevo divenne il fiorente centro abitato di Stellata, di fondamentale importanza grazie alla sua strategica posizione: al confine tra le province di Mantova e Ferrara e sulle rive del fiume più transitato, per scopi commerciali e militari, dell'intera penisola italiana.
Alcuni documenti attestano la presenza di una fortificazione sulla riva sinistra Po, a livello del centro abitato di Ficarolo, già nell'XI secolo, e così pare che anche a Stellata, sulla riva destra, sorgesse una fortificazione risalente pressappoco alla stessa epoca. La funzione di queste due roccaforti fluviali divenne di fondamentale importanza a partire dal XII secolo, quando le numerose esondazioni del Po provocarono una biforcazione del corso del fiume, facendo dei due baluardi commerciali e difensivi la radice del suo sistema deltizio.
Il grande corso d'acqua si suddivise quindi in due rami minori, l'originario Po di Ferrara ed il neonato Po di Venezia, entrambi punti caldi su cui era necessario vigilare, allo scopo di evitare incontrollati e bellicosi tentativi di risalita verso le terre del milanese.
Il Cittadella narra di un tentativo di assedio della Rocca da parte dei Veneziani nel 1139, ma all'epoca la Possente seppe ben difendersi e non subì danni irreparabili.
In realtà l'unica edificazione effettivamente documentata delle due fortezze sul Po risale alla radicale opera voluta da Nicolò II d'Este nel 1362,che coinvolse sia la Possente di Stellata che la Benedetta di Ficarolo. Tali lavori di costruzione sono riportati nelle cronache dell'epoca come successivi agli assalti incendiari dovuti a mano veneziana risalenti al 1306 e al 1309, segno che tali postazioni di difesa furono spesso oggetto di mira da parte della Serenissima, che cullava in seno l'ambizione di arrivare nel ferrarese.

1 - 2 - 3 Continua --»

Sagre e Eventi
Ferrara
Argenta
Berra
Codigoro
Bondeno
Cento
Comacchio
Copparo
Formignana
Goro
Lagosanto
Masi Torello
Massa Fiscaglia
Mesola
Migliarino
Migliaro
Mirabello
Ostellato
Poggiorenatico
Portomaggiore
Ro
Sant'Agostino
Tresigallo
Vigarano Mainarda
Voghiera
Jolanda di Savoia

Powered by Realizzazione siti a Ferrara MidWeb S.r.l.